MASSAGGIO THAI CON TAMPONI CALDI: BENESSERE A 360° PER IL CORPO E PER LA MENTE

16:48:00


Il massaggio thailandese vanta una storia secolare e una sicura efficacia nello svolgere un'azione benefica sul corpo e sulla mente, tanto che viene praticato ancora oggi e con risultati sempre eccezionali. Questo discorso vale anche per il massaggio thai con tamponi caldi, che coniuga il metodo tradizionale con l'utilizzo di un mix di erbe curative e del calore.

Una tradizione millenaria

Le origini del massaggio thailandese, così come lo conosciamo oggi, si perdono nella notte dei tempi, tanto da sconfinare nella leggenda. La sua codificazione si attribuisce al medico indiano Shivago Kumar Baj, ritenuto tuttora in Thailandia il padre della medicina, che nel V secolo a.C. esercitava la sua professione presso la corte del re e presso la comunità buddhista. Sembra, dunque, che siano stati gli stessi monaci a diffondere in Thailandia, circa due secoli dopo, questo tipo di massaggio che ha come obiettivo primario la liberazione di energia, attraverso la stimolazione delle linee di flusso energetico chiamate "Sen". Questa pratica, infatti, si basa sul presupposto dell'unione tra mente e corpo ed è per questo che, oltre a curare i disturbi fisici, aiuta anche a rilassarsi.

Massaggio thai con tamponi caldi: come funziona




Il massaggio thai con tamponi caldi è un altro aspetto del massaggio tradizionale thailandese e, analogamente a questo, si basa sulla stimolazione dei canali energetici Sen.
Per il trattamento si utilizza un cocktail di particolari piante officinali, fatte essiccare e poi pressate al mortaio, così come vuole la tradizione, e poi avvolte in fazzoletti di garza legati, in modo da formare una sorta di sacchetti che vengono scaldati al vapore. Tra le erbe che si usano per realizzare i tamponi ci sono la curcuma, che aumenta l'elasticità cutanea e ha proprietà antinfiammatorie, il tamarindo, che aiuta il rinnovamento delle cellule ed è un purificante, la citronella, che è un rilassante e combatte lo stress e la stanchezza fisica, la canfora, dagli effetti diuretici, e lo zenzero, che è anch'esso un antinfiammatorio.
Alle proprietà benefiche di questo mix di piante si aggiunge l'effetto del calore che permette l'assorbimento negli strati più profondi dei tessuti e agisce innescando un processo di rinnovamento e di disintossicazione. Prima di applicare i tamponi caldi, viene effettuato un massaggio con delle manipolazioni volte a decontrarre e rilassare la muscolatura. Solo in un secondo momento i sacchetti di erbe vengono appoggiati sulla pelle e, con questi, si effettua un massaggio eseguendo dei movimenti circolari.

Tutti i benefici del massaggio thai con tamponi caldi

Gli effetti benefici del massaggio thai con tamponi caldi sono diversi: oltre, infatti, ad avere un potere rilassante, questa tecnica svolge anche un'azione decontratturante e antidolorifica, con il conseguente miglioramento della postura. Il calore, che dilatando i pori della pelle permette il completo assorbimento delle erbe, contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna e linfatica e aiuta il corpo a espellere le tossine con un effetto drenante e depuratorio, utile anche per combattere la cellulite e la ritenzione idrica. Questa pratica, proprio in quanto dona un senso di profonda rilassatezza, ha anche un'azione distensiva per la mente e agisce contro forme di malessere di origine psicosomatica. Tale trattamento è consigliato, in particolare, per chi soffre di mal di schiena, di crampi, di tendiniti e di strappi muscolari.

La seduta, che ha la durata di circa un'ora, regala una sensazione di profondo benessere, di distensione, di rigenerazione, tono e vigore al corpo e alla mente e una nuova ricarica di energia, soprattutto nei momenti di maggiore affaticamento: è dunque un'arma vincente per combattere in maniera efficace anche lo stress psicofisico.

Un abbraccio,
Anna

You Might Also Like

5 commenti

CURRENT LOCATION

WEB INFLUENCE

Subscribe